mercoledì 3 dicembre 2014

INTERVISTA A PATRIZIA LEONARDI, WEDDING PLANNER


Come immaginavate il vostro matrimonio quando ancora non avevate trovato il vostro principe azzurro? 
Pensavate a un matrimonio da favola
Vi immaginavate davanti a uno specchio, bellissime col vostro abito bianco, pronte per il fatidico SI?

Mi piace "organizzare", ma non ho mai organizzato il mio matrimonio, non perché non lo volessi, ma semplicemente perché non mi sono mai sposata!

Ecco che un giorno conosco Patrizia Leonardi, Wedding Planner che da semplice passione ne fa un vero e proprio lavoro.
E mi chiedo..."Chissà che non sia un segno del destino e che sia arrivato il mio momento?". 
Che ne dite?


INTERVISTA A PATRIZIA LEONARDI, 
WEDDING PLANNER 

1. Patrizia, da quanti anni lavori come Wedding Planner? Quali consigli daresti a chi vuole intraprendere la professione di Wedding Planner?

Ho aperto la mia agenzia a fine 2010 ma sono partita ufficialmente da inizio 2011.
Prima ho lavorato come dipendente presso varie aziende come commerciale, marketing e gestione clienti/fornitori. 
Mi è sempre piaciuto gestire e organizzare soprattutto feste ed eventi, che ai tempi era soprattutto per parenti, amici e conoscenti. 
Ho seguito quindi un corso e dal momento che il mio lavoro da dipendente era più che altro da precaria ho deciso di intraprendere questa strada che da passione è diventata lavoro.
Per coloro che desiderassero intraprendere questo lavoro si devono avere delle caratteristiche fondamentali: capacità organizzative, gestione dello stress, essere empatici (è necessario capire gli sposi entrando in sintonia con loro, saperli ascoltare), essere in grado di risolvere eventuali problematiche ed essere creativi (il saper ascoltare ci permette di creare l’evento secondo i desideri degli sposi e di sviluppare le loro idee).


2. Per quale motivo consiglieresti a una coppia di sposi di affidarsi alla consulenza di una Wedding Planner?

In prima analisi affidarsi alla consulenza di una Wedding Planner significa risparmiare tempo e di conseguenza denaro
Vedo molti sposi, che non ricorrono alla nostra figura professionale, girare affannosamente per fiere, locations e su internet. Il risultato per loro è una grande confusione. Il rischio è soprattutto quello di trovare persone che non siano all'altezza delle loro aspettative o nella peggiore delle ipotesi di non riuscire ad organizzare il matrimonio in maniera adeguata. Soprattutto per coloro che hanno poco tempo a disposizione la Wedding Planner rappresenta una valida soluzione per organizzare un matrimonio curato in ogni dettaglio ed originale. 
E’ l’originalità e la cura dei particolari che rende il matrimonio organizzato dalla WP speciale e non il "solito matrimonio". 
Come dico sempre ai miei clienti: - "In un matrimonio deve essere 'buona la prima' perché non si può ripetere e un matrimonio mal riuscito è ricordato più di uno curato".



3. Un consiglio ai futuri sposi: quali sono i primi passi per organizzare un matrimonio?

Beh prima di tutto una volta deciso il periodo attivarsi per la Chiesa e la location, sono elementi fondamentali. 
Bisogna anche avere un’idea di budget perlomeno indicativa, perché ciò influisce nella scelta della location (ristorante, piuttosto che villa ecc..) e di tutto il resto. Altro elemento di fondamentale importanza è capire lo stile del proprio matrimonio: se è classico, moderno, country ecc... 
Da ciò si può costruire il progetto del matrimonio che dovrà seguire un filo conduttore, un tema. E' poco elegante un matrimonio senza coerenza di stile.


4. Matrimonio: quali sono le tendenze della prossima stagione?

Il matrimonio è sempre più visto come un party, una festa per gli sposi ed i propri invitati, che ha soprattutto luogo la sera. 
Il banchetto è più leggero, si da molta importanza al buffet, mentre dopo il taglio della torta all'open bar e alla sweet-table. 
Altra tendenza è quella di creare un angolo per sigari e whisky.



5. Quanto è importante il budget a disposizione nella realizzazione di un buon matrimonio?

Il budget è importante ma è anche fondamentale la sua gestione. 
Per far questo bisogna conoscere i fornitori, i preventivi e capire cosa comprendono per evitare sgradevoli sorprese. 
A volte i pacchetti che forniscono alcune persone hanno costi nascosti o servizi incompleti in cui incappano gli ignari sposi.


6. Quali sono le locations più richieste per organizzare un matrimonio?

Castelli e ville hanno sempre un fascino particolare.


7. Qual è il segreto per rendere indimenticabile il  giorno del matrimonio?

Prima di tutto la semplicità... cose eclatanti degenerano spesso nell'eccesso, si nota subito la gente che è fuori luogo e si rischia di fare brutta figura. 
Per una buona riuscita è sufficiente un'adeguata attenzione ai dettagli e l'ascolto dei professionisti che concorrono alla riuscita dell’ evento.


Grazie Patrizia per i preziosi consigli!
Chissà se dopo questo articolo riuscirò a convincere il mio compagno a sposarmi?


Seguite Patrizia Leonardi su:








Se anche tu desideri rilasciare un'intervista a MAMMAONWEB
scrivimi a

Se questo articolo ti è piaciuto vieni a trovarmi sulla mia Pagina Facebook, 
 Ti aspetto 


gomc

CONDIVIDI QUI L'ARTICOLO!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...