mercoledì 13 maggio 2015

SOS BAMBINO MONELLO: I CONSIGLI DELLA TATA


Chissà quante volte a voi mamme sarà capito di dover gestire i capricci dei propri figli!
Eh già, ci vuole tanta pazienza....e che fatica, soprattutto quando si è fuori casa, in mezzo alla gente, al supermercato o al ristorante!
Chiediamo qualche consiglio a Giulia, la nostra Miglior Tata.

Come ci dobbiamo comportare noi genitori
quando i nostri figli fanno i capricci?
"Dopo la privazione di sonno, i capricci sono sicuramente una delle fonti di grande stress per i genitori. 
Molti guarderanno il proprio figlio mentre urla, piange e sbatte i piedi chiedendosi: "Dov'è finito quell’angioletto al quale bastava fissare un’ape sopra al lettino per calmarsi?".
Niente paura, il vostro bambino è ancora con voi!


I capricci sono un passaggio fondamentale nella crescita dei nostri bambini, è in questo modo che il bambino esprime le sue preferenze e forma il suo carattere.
E' sbagliato pensare che i capricci siano solo capricci e che bisogna lasciare che nostro figlio pianga fino a diventare blu perchè "tanto si calmerà da solo".
Spesso con i capricci i bambini cercano di farci capire i loro bisogni o la necessità di attenzione.
  • Alzare la voce non serve a nulla! Come avviene per gli adulti alzare il tono della voce non fa altro che irritare di più l’interlocutore, il quale si sente libero di fare altrettanto. Urlare con i bambini fa passare il messaggio sbagliato: "Più urli più verrai ascoltato".
  • Imparare a trattare i figli come adulti è fondamentale! Anche i piccoli hanno i propri bisogni, cerchiamo di instaurare un rapporto di empatia con loro e favoriamo un dialogo, rassicurandolo e chiedendogli cosa li turba. Spesso hanno solo sonno o fame!
  • Spiegare perché non è il caso di comportarsi così! Se il capriccio è dettato da un bisogno dite al vostro bambino che se ha necessità di andare al bagno o è stanco non c’è bisogno di strillare. Basta attirare in maniera discreta l’attenzione del genitore e questo cercherà di alleviare al meglio il suo disagio.
  • Rimanere fermi sulle vostre posizioni/scelte educative! Se dovete recarvi in un negozio di giocattoli per acquistare un regalo di compleanno per un amichetto mettete subito le cose in chiaro con il vostro bambino: "Andiamo per il tuo compagno di scuola, non per te!".
Guest Post
di La Miglior Tata

Se volete essere mie ospiti e scrivere un guest post scrivete a
blogmammaonweb@gmail.com

Inserite il banner IO SCRIVO SU MAMMAONWEB


Ecco il codice da inserire nel vostro Blog!

<a href="http://www.mammaonweb.blogspot.it/">
<img src=" http://i1383.photobucket.com/albums/ah313/
blogmammaonweb/IoscrivosuMammaonweb_zps77b08dd3.png" /></a>
gomc

CONDIVIDI QUI L'ARTICOLO!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...