martedì 17 dicembre 2013

COME CAMBIANO GLI EQUILIBRI NELLA COPPIA QUANDO ARRIVA UN BAMBINO


L’arrivo del primo figlio coincide con un momento di grande felicità tanto attesa.
Tuttavia gli equilibri della coppia cambiano e spesso si va incontro a un periodo di forte stress emotivo e fisico.


Non si è più solo moglie e marito o compagni, ma anche madre e padre.
Cambiano i ruoli e lo stile di vita, aumentano le responsabilità, i bisogni e le mansioni da svolgere.

Soprattutto nei primi mesi di vita del bambino è necessaria una riorganizzazione degli spazi e del tempo.

E’ importante che nella coppia ci sia una forte componente di complicità e collaborazione, per evitare che il periodo di stress dei primi mesi si prolunghi.


Non bisogna sottovalutare i momenti di crisi, né pensare che le cose si sistemeranno da sole.
Molte coppie, che entrano in crisi e non riescono più a comunicare, decidono di rivolgersi a un esperto, per farsi aiutare a ritrovare la sintonia della coppia.

Continuare a rimandare una soluzione e chiedere aiuto troppo tardi potrebbe peggiorare la situazione, aumentare la distanza tra i due genitori e provocare una rottura della coppia.

Senza delle basi solide diventa difficile trasmettere serenità e stabilità al bambino.

Cosa fare per evitare che il rapporto di coppia si spacchi?

Quali consigli dare alle neo mamme?
  1. Dedicarsi al proprio bambino senza escludere il neo papà, che spesso non viene considerato sufficientemente capace di accudire il figlio.
  2. Riacquistare una buona forma fisica e curare il proprio aspetto per se stesse e per il proprio partner.
  3. Evitare un rapporto troppo morboso col proprio bambino, staccandosi ogni tanto e dedicando del tempo anche per se stesse.
  4. Chiedere aiuto, in particolare nel pieno della depressione post parto, quando ci si sente sole e cariche di nuove responsabilità.
  5. Rimandare tutto ciò che non è indispensabile e che può generare stress.


 Quali consigli dare ai neo papà?
  1. Far sentire la propria donna amata, sostenuta e desiderata anche dopo esser diventata madre.
  2. Stare vicino alla propria compagna durante la gravidanza e in particolare nei primi mesi di vita del bambino, aiutandola nella gestione della famiglia e supportandola dal punto di vista psicologico.
  3. Dedicarsi alle cure del proprio bambino, così come fa la madre: dargli il biberon, preparargli la pappa, dargli la pappa, cambiare il pannolino, fargli fare la nanna, portarlo al parchetto.
  4. Non sentirsi esclusi o trascurati dalla compagna se il neonato ha bisogno di molte attenzioni da parte della mamma. 


Voi come avete affrontato la nascita del vostro primo bambino?

Siete riusciti a superare le difficoltà date dal vostro nuovo ruolo di genitori?







gomc

CONDIVIDI QUI L'ARTICOLO!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...