mercoledì 22 aprile 2015

PROFUMO DI PRIMAVERA


La primavera finalmente è arrivata! E quando arriva riempie di colori e profumi le nostre giornate.
Basta pensare al profumo dei fiori o al profumo delle lenzuola stese, asciugate dal sole.
Primavera però significa anche "pulizie di primavera".
Cosa avrà da raccontarci Deborah, meglio conosciuta come Mammaalcubo?

"Alzi la mano chi non vede l’ora di pulire le fughe delle piastrelle con lo spazzolino, le intercapedini dei caloriferi, le tapparelle impolverate da mesi!
E’ arrivata finalmente la primavera con il suo caldino e i suoi colori, ma ahimè è arrivato anche il momento di fare i conti con le pulizie “una tantum”, che in inverno si lasciano un po’ da parte. 
Se mi metto a pensare a tutte le parti della casa che necessitano di una pulizia seria mi viene la malinconia, mi sento schiacciata dal senso di dovere e fare un piano anche solo mentale di quelle che sono le zone da pulire mi mette ansia.
Il segreto secondo me non sta nel sentirsi in obbligo, nel dover fare e dover programmare, ma nel trovare la propria motivazione. 

casa pulita

Perché dobbiamo proprio pulire? 

Per me la motivazione è il profumo
Sentire il profumo di primavera delle tende appena lavate, delle lenzuola asciugate al sole, dell’armadio che respira. 

Questo è il mio obiettivo!
Ravvivare le varie parti di casa per arrivare a sentire quel profumo di buono e di fresco che mette di buonumore e ti fa sentire più leggera.
Ovviamente il profumo non arriva da solo e non basta comprare un nuovo Glade. Ci sono giusto due-tre cosucce da fare, dettagli...che una volta smarcate ci daranno quel senso di serenità e vivacità che ci siamo pregustate.

casa pulita

Ecco in sintesi i miei must delle pulizie di primavera:

Tessili all’aria: materassi, cuscini, divano, tappeti tutti all’aria aperta. 
Dopo averli sbattuti e aspirati, fategli prendere aria e luce sul balcone, sul terrazzo o sul davanzale. Meno acari e polvere per tutti.

Grandi lavaggi dei tessili: lenzuola, accappatoi, asciugamani, copridivano, tende.
Oltre ai soliti panni sporchi lavate tutto il lavabile, il vostro olfatto e la vostra pelle ringrazieranno.

Grandi lavaggi delle superfici: vetri, tapparelle o persiane, caloriferi, porte e finestre, lampadari e mobili in alto.
Tutte quelle cose divertenti che si rimandano a data da definirsi… “adesso” è la data, che l’abbiamo definita o meno. Questa è la parte per me più noiosa, infatti non l’ho ancora digerita totalmente…

Cambio armadi: qui invece mi diverto un sacco. Appena le temperature si fanno più gradevoli per me è una liberazione far sparire giacconi, sciarpe e guanti di lana e far posto ai vestiti più leggeri. Prima di affrontare il cambio vi suggerisco di ripensare al guardaroba nella sua totalità e scegliere cosa tenere e cosa buttare: il cambio di stagione è perfetto per un bel decluttering selvaggio di tutto ciò che ci appesantisce, non ci piace più e non ci fa sentire al meglio. I vestiti sono un ottimo punto di partenza.

Profumo: nell'armadio, in casa, in auto. E sì, un profumino nuovo ci sta bene dopo aver pulito tutto!

Fiori sul balcone: anche se mi muoiono in poco tempo, per me non è primavera senza un po’ di natura sul balcone. Mi basta un fiorellino o una nuova piantina per essere più felice (loro un po’ meno, credo)."

Voi come vivete il cambio di stagione? 

Lo subite o riuscite ad affrontarlo a testa alta?




Guest Post
di Mamma al cubo




Se volete essere mie ospiti e scrivere un guest post scrivete a
blogmammaonweb@gmail.com

Inserite il banner IO SCRIVO SU MAMMAONWEB


Ecco il codice da inserire nel vostro Blog!

<a href="http://www.mammaonweb.blogspot.it/">
<img src=" http://i1383.photobucket.com/albums/ah313/
blogmammaonweb/IoscrivosuMammaonweb_zps77b08dd3.png" /></a>

gomc

CONDIVIDI QUI L'ARTICOLO!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...